E’ on line il nuovo questionario unico per i Comuni, Unioni di Comuni e Comunità Montane

Il nuovo questionario unico FC20U - Questionario Unico per i Comuni, Unioni di Comuni e Comunità Montane (anno 2015) è on line dal 22 novembre, sul portale www.opencivitas.it/fabbisognistandard. Grazie alle informazioni ottenute da banche dati ufficiali, SOSE e IFEL hanno raggiunto un importante risultato: il questionario, infatti, è stato semplificato rispetto al precedente, con il 75% di dati in meno richiesti agli enti coinvolti. E' finalizzato all'aggiornamento e all'acquisizione dei dati rilevanti per la determinazione dei Fabbisogni Standard dei Comuni, delle Unioni di Comuni e delle Comunità Montane, relativamente alle funzioni fondamentali definite nel D.lgs. n. 216/2010.

I dati richiesti, presenti sul questionario, sono relativi alle funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo; polizia locale; istruzione pubblica; settore sociale; viabilità e trasporti; gestione territorio e ambiente (escluso il servizio di edilizia residenziale pubblica e locale e piani di edilizia economica-popolare e il servizio idrico integrato).

Il Questionario si divide in due moduli:

  • dati strutturali
  • dati relativi al personale e dati contabili

Il primo modulo raccoglie informazioni circa le caratteristiche dell'Ente e del territorio. Si parla quindi di risorse a disposizione per la produzione dei servizi svolti per le funzioni di istruzione pubblica, del settore sociale e asili nido, amministrazione, gestione e controllo (ufficio tecnico), polizia locale, viabilità e trasporti e gestione territorio e ambiente.

Il secondo modulo, invece, riporta dati relativi al personale e dati contabili. Raccoglie informazioni riguardanti le consistenze e le spese del personale addetto a ciascun servizio e riguardanti le entrate (accertamenti) e le spese (impegni) correnti per ciascun servizio.

Il questionario va compilato in ogni sua parte con riferimento all'anno 2015 utilizzando le credenziali di accesso già in possesso delle amministrazioni locali. E' necessario restituirlo a SOSE entro 60 giorni dalla pubblicazione in G.U. del Decreto Direttoriale della Ragioneria Generale dello Stato, avvenuta il 22 novembre 2016. Il rispetto dei termini stabiliti per la restituzione del questionario è funzionale all'aggiornamento tempestivo dei dati su www.opencivitas.it e al meccanismo dei trasferimenti perequativi dal governo centrale.

Per l' assistenza nella compilazione del questionario è predisposto da IFEl il servizio di call-center (tel 06 88816323), attivo dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 16.30, per tutta la durata del periodo previsto per la compilazione. Oppure, è possibile inviare una email all'indirizzo assistenzaquestionari@fondazioneifel.it  

Per eventuali problemi di accesso si può invece inviare una email all'indirizzo fabbisognistandard@sose.it.

 

Attachments