Avviso

Dal 1° gennaio 2024 diventa operativa l'incorporazione di SOSE in Sogei, come previsto dalla legge n.112 del 2023 che ha disposto la fusione della società.

A tal fine tutte le comunicazioni Sose si trovano sul sito Sogei www.sogei.it

Aggiornamento dati

Su www.opencivitas.it il portale di accesso ai dati della finanza pubblica locale, sono disponibili i dati relativi all’annualità 2018 per le funzioni fondamentali svolte dai comuni delle Regioni a Statuto Ordinario (RSO).    

Che novità ci sono nei fabbisogni standard?  

Nel corso del 2021 è stata aggiornata la metodologia utilizzata per stimare i fabbisogni standard del servizio di asili nido attraverso l’individuazione di un modello di stima che ha considerato un panel di dati riferiti a 5 annualità e ha consentito la determinazione di un costo standard in grado di cogliere i cambiamenti gestionali e strutturali del servizio nel tempo. 

Nella determinazione del fabbisogno standard si è, inoltre, tenuto conto, per i comuni con assenza del servizio o con livelli bassi di copertura dello stesso, di una percentuale di copertura minima, distinta per fascia di popolazione, ottenuta assegnando agli utenti potenziali un costo standard pari al costo di erogazione del contributo economico o voucher.  

Che novità ci sono nel Fondo di Solidarietà Comunale?  

Con la Legge di Bilancio per il 2021 (L. 178/2020) per lo sviluppo dei Servizi sociali sono state previste risorse finalizzate al finanziamento e allo sviluppo dei servizi sociali svolti in forma singola o associata dai comuni delle RSO prevedendo un graduale e consistente incremento a valere dal 2021 con una progressione fino al 2030 per poi rimanere costante nel tempo. La quota, ripartita in proporzione ai fabbisogni standard approvati dalla Commissione Tecnica per i Fabbisogni Standard (CTFS), per il 2022 è pari a circa 255 milioni di euro.    

La progressione delle risorse assegnate per ogni annualità è rappresentata nel grafico seguente:  

 

Fonte: elaborazioni SOSE su dati Legge di Bilancio 2021  

 

La Legge Bilancio per il 2022 (L. 234/2021) ha previsto risorse aggiuntive per il potenziamento del servizio degli asili nido e del trasporto scolastico degli alunni disabili

 I criteri di assegnazione di tali risorse aggiuntive sono in corso di definizione in sede di CTFS.   

 Anche per le risorse destinate al potenziamento del servizio degli asili nido, introdotte a partire dal 2022, si prevede un incremento graduale del FSC per gli enti delle RSO e delle regioni Siciliana e Sardegna per un importo che va dai 120 milioni di euro per il 2022 ai 1.100 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2027. La quota di risorse è finalizzata a incrementare in percentuale, nel limite delle risorse disponibili per ciascun anno, il numero dei posti nei servizi educativi per l’infanzia sino al raggiungimento degli obiettivi di servizio, ovvero un livello minimo che ciascun comune o bacino territoriale è tenuto a garantire. 

Per il dettaglio delle risorse assegnate per annualità vedi il grafico seguente:

Fonte: elaborazioni SOSE su dati Legge di Bilancio 2022 

Per il potenziamento del trasporto scolastico di studenti disabili, le risorse introdotte a partire dal 2022 prevedono un incremento del FSC dei comuni delle RSO e delle regioni Siciliana e Sardegna per un importo che va dai 30 milioni di euro per il 2022, fino ai 120 milioni annui a decorrere dall’anno 2027. Tali risorse sono finalizzate a incrementare, nel limite delle risorse disponibili per ciascun anno e dei livelli essenziali di prestazione (LEP), il numero di studenti disabili, frequentanti la scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di 1° grado, privi di autonomia a cui viene fornito il trasporto per raggiungere la sede scolastica.    

Per il dettaglio delle risorse assegnate per annualità vedi il grafico seguente:  

Fonte: elaborazioni SOSE su dati Legge di Bilancio 2022 

La scheda informativa pubblicata su OpenCivitas relativa al FSC verrà aggiornata appena i criteri di riparto saranno resi disponibili. 

Come aggiorniamo i dati?  

Dal 2015 ad oggi la banca dati dei fabbisogni standard è stata aggiornata attraverso le informazioni richieste somministrando cinque questionari che hanno contribuito a costruire una base dati pluriennale comprendente le seguenti annualità di riferimento: 2013, 2015, 2016, 2017 e 2018. I dati relativi all’annualità 2019 sono in corso di acquisizione attraverso il questionario FC60U.