Avviso

Dal 1° gennaio 2024 diventa operativa l'incorporazione di SOSE in Sogei, come previsto dalla legge n.112 del 2023 che ha disposto la fusione della società.

A tal fine tutte le comunicazioni Sose si trovano sul sito Sogei www.sogei.it

Saranno famosi…parafrasando un vecchio cult ma gli Indicatori sintetici di affidabilità – ISA -  per la terza volta sono stati oggetto di un'audizione in Commissione finanze alla Camera convocata il 10 ottobre scorso alla quale è intervenuto il nostro AD, Vieri Ceriani. L'AD di SOSE ha confermato l'entrata in vigore dei primi 70 ISA già a partire dall'anno di imposta 2017: "ci sono tutte le premesse per poter portare alla firma il decreto ministeriale che sancisce l'entrata in vigore dei 70 indicatori di affidabilità che sostituiranno gli studi di settore'' – ha spiegato Ceriani.

L'audizione è stata l'occasione per comunicare la roadmap dello strumento che andrà a sostituire i vecchi studi di settore già a partire dal periodo di imposta 2017. "Gli indicatori in via di completamento sono 70 – ha spiegato ancora Ceriani -  di cui 53 già fatti, i restanti 17 verranno completati nel prossimo mese di novembre. I primi 53 sono stati anche oggetto di discussione tra SOSE e le associazioni di categoria".

Da giugno scorso, infatti, in strettissima collaborazione con l'Agenzia delle Entrate, è stata organizzata una serie di incontri per presentare lo strumento ai rappresentanti delle associazioni che hanno apprezzato molto l'iniziativa dimostrando grande interesse per la metodologia e per il sistema degli indicatori rilevanti ai fini del calcolo dell'indice sintetico. I nuovi ISA sono più attenti alla fedeltà fiscale dei contribuenti ma anche più sensibili a individuare incoerenze sintomatiche di evasione. Particolarmente importante è parsa la scelta di un periodo di osservazione relativamente ampio, così come è stata giudicata in modo positivo la dinamicità e la flessibilità che lo strumento attribuisce al singolo contribuente.  

In questa prima fase saranno 1 milione e quattrocento mila i contribuenti interessati. Nella seconda fase invece, che partirà nel 2018, saranno realizzati i restanti 83 indicatori che riguarderanno altri 2 milioni di contribuenti.

"Nella fase in corso – ha continuato l'AD -  oltre alla messa a punto dello strumento si sta dedicando molta attenzione agli aspetti informatici e procedurali, perché vorremmo garantire che il processo approdi a una soluzione felice anche da un punto vista del funzionamento infrastrutturale informatico''. L'applicazione degli ISA - ha sottolineato Ceriani - permetterà di superare i ''concetti tradizioni di accertamento ex post'', sostituendo la strategia basata sui controlli con ''processi di dialogo ex ante'', per convincere il contribuente ''a essere più rispettoso delle regole''. Aspetto questo su cui si è anche soffermato l'on. Michele Pelillo apprezzando il cambio di rotta che l'Amministrazione finanziaria sta mettendo in atto per migliorare i rapporti con i contribuenti.

 Anche il Presidente della VI Commissione Finanze, Maurizio   Bernardo, in una nota ha dichiarato che "il lavoro di SOSE, con  la redazione dei nuovi ISA, è svolto nell'esclusivo interesse dei cittadini e con l'obiettivo di valorizzazione i contribuenti   virtuosi. Per 3,5 milioni di imprese e professionisti si apre la   strada della semplificazione e quindi del miglioramento dei   rapporti con l'Amministrazione Finanziaria".

 https://www.youtube.com/watch?v=gvlKxXfcY9c