Avviso

Dal 1° gennaio 2024 diventa operativa l'incorporazione di SOSE in Sogei, come previsto dalla legge n.112 del 2023 che ha disposto la fusione della società.

A tal fine tutte le comunicazioni Sose si trovano sul sito Sogei www.sogei.it

IMG_SOSE_CNEL

La Relazione CNEL al Parlamento e al Governo sui livelli e la qualità dei servizi offerti dalle Pubbliche Amministrazioni centrali e locali alle imprese e ai cittadini sarà presentata il prossimo 4 luglio alla presenza del Presidente, Renato Brunetta e del Ministro della Pubblica Amministrazione, Paolo Zangrillo. Nell’ambito della Finanza Pubblica, dal 2010 SOSE è impegnata nella determinazione dei fabbisogni standard in attuazione del federalismo fiscale. Questo mandato istituzionale ha permesso a SOSE di acquisire nel tempo una grande competenza nelle tematiche di finanza locale e proprio su questi temi si è concentrato negli anni il contributo alla Relazione CNEL.   

Tra i settori e gli ambiti tematici di cui la Relazione si compone, l’apporto di SOSE per l'edizione 2022 si concentra sulle novità relative alla funzione sociale, tra le più importanti in tema di diritti sociali e di servizi essenziali da erogare ai cittadini al fine di riequilibrare i divari territoriali. Tema che rappresenta uno degli obiettivi principali del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), una straordinaria opportunità per fornire risposte strutturali ai territori più provati dalla scarsità di tali servizi. 

La legge di Bilancio 2021 ha introdotto gli obiettivi di servizio per i servizi sociali comunali e i Livelli essenziali delle prestazioni per la quota di assistenti sociali presenti sul territorio. Il contributo analitico alla Relazione CNEL riporta i primi risultati della rendicontazione delle risorse aggiuntive finalizzate allo sviluppo dei servizi sociali comunali. 

I dati fotografano una situazione molto diversa rispetto al triennio precedente: a fronte delle risorse aggiuntive stanziate nel 2021, pari a 215,9 mln di euro per i 6565 comuni delle regioni a statuto ordinario, si evidenzia infatti un incremento del 18% degli utenti serviti.

Analizzando la potenziale riduzione dei divari territoriali, se nel 2019 gli utenti (per 1.000 abitanti) dei servizi sociali comunali raggiunti dai contributi economici erano nel Nord Est superiori del 58% a quelli erogati nel Sud, nel 2021 tale percentuale si attesta soltanto intorno al 3%; confrontando poi il Nord Est con il Sud relativamente al numero di utenti in termini di interventi e servizi, il divario passa dal 128% all’89%.  L’erogazione delle risorse aggiuntive è associata ad un meccanismo di monitoraggio dei risultati, prevedendo la restituzione delle risorse, totale o parziale, in caso di mancato raggiungimento dell’obiettivo. 

Una rivoluzione copernicana”, come venne definita già lo scorso anno nell’ambito della presentazione della Relazione 2021, alla quale SOSE sta contribuendo fattivamente in qualità di organo tecnico del MEF incaricato di determinare e aggiornare i fabbisogni standard degli enti locali.   

La Relazione annuale del CNEL rappresenta un momento di confronto istituzionale importante per valutare gli effetti economico-sociali in un contesto nazionale e internazionale profondamente mutato. 

Sarà possibile seguire l'evento in diretta streaming a partire dalle ore 9.30 su YouTube https://lnkd.in/dxHr5wav