Whatever it takes... 

Mario Draghi, Premier incaricato dal Presidente Mattarella.  

La frase, ritornata alla ribalta nelle ultime ore, fu pronunciata da Mario Draghi nell’ambito del suo mandato come Presidente della Banca Centrale Europea durante un forum di investitori a Londra, nel mezzo della profonda crisi economica che aveva colpito l’Europa.  

Il Dibattito delle Idee 

 

Spunti per il Next Generation EU: infrastrutture digitali per rilanciare le filiere produttive 

Rilanciare l’economia italiana attraverso il digitale significa accelerare gli investimenti nelle infrastrutture digitali. Un approfondimento proposto su Agenda Digitale definisce alcune priorità dalle quali partire per accompagnare al meglio l’innovazione delle filiere produttive. Da dove cominciare? Da quali filiere e da quali territori?  Qui per l’articolo completo.  

 

Sostenibilità al centro per accelerare il cambiamento: un summit di EY

Un summit di Ernst&Young in programma per lunedì 8 febbraio alle ore 14 proporrà un percorso dedicato alla sostenibilità e sarà animato da una serie di eventi su temi verticali strategici per la ripresa economica del Paese. Rappresentanti delle istituzioni e delle aziende si confronteranno mettendo al centro dei temi sul tavolo la sostenibilità come chiave per la ripresa. Qui per approfondire e partecipare. 

Studi, ricerche e numeri

 

Report Waste Watcher, durante pandemia sprechi alimentari diminuiti dell’11,78% 

L’Italia del Covid riduce lo spreco alimentare e si rilancia per lo sviluppo sostenibile. Nel 2020 infatti, finiscono nella spazzatura solo 27 kg di cibo a testa (529 grammi a settimana), quindi l’11,78% in meno (3,6 kg) rispetto al 2019. 

Lo afferma il Report di Waste Watcher International Observatory on Food and Sustainability (su rilevazione Ipsos), in occasione dell'8^ Giornata Nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare. 

Complessivamente nel 2020 equivalgono a 222mila le tonnellate di cibo “salvato” dallo spreco in Italia e un risparmio di 6 € pro-capite, ovvero 376 milioni euro a livello nazionale, in un anno intero.  Qui per approfondire. 

 

Ricerca Intesa&Sanpaolo, settore del mobile in lieve rialzo +1,9% nel terzo trimestre 

Tra i più penalizzati dalla crisi sanitaria, il settore del mobile è stato uno dei pochi comparti a registrare il ritorno in positivo del fatturato già dal mese di luglio (+1,9% la variazione tendenziale, -8,2% il manifatturiero), con la crescita tendenziale del terzo trimestre che ha raggiunto il 16%, a fronte di una media manifatturiera ancora in diminuzione. Lo rivela uno studio della Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo. Qui per approfondire.  

 

Ocse, reddito delle famiglie +0,6% per la media Ocse e + 6,4% per l’Italia  

Secondo l’Ocse i redditi delle famiglie hanno visto in media una risalita pari al più 0,6% nel terzo trimestre 2020, rispetto al periodo immediatamente precedente, a fronte di un balzo del 9,1% sul Pil pro-capite. 

A guidare la graduatoria dei maggiori incrementi è stato proprio l’Italia, con un più 6,4% dei redditi delle famiglie sempre nel terzo trimestre. 

Forti cali dei redditi negli Usa (-4,2%) e in Canada (-3,6%), mentre in Gran Bretagna i redditi delle famiglie sono cresciuti del 5,1%, in Germania del 4,3% e in Francia del 3,5%. Qui un approfondimento 

 

Eurostat, il commercio al dettaglio è aumentato del 2,0% nell'area Euro 

Secondo l'Eurostat, le vendite sono salite del 2% su base mensile dopo il -5,7% di novembre (dato precedente -6,1%). Il dato è migliore delle attese. Su base annua, le vendite registrano ora un incremento dello 0,6% dopo il -2,2% del mese precedente, superiore al consensus (+0,3%). Le vendite nell'Europa dei 27 Paesi, sono salite del 5,1% su base mensile (-10,2% a novembre), mentre su base annua hanno segnato uno +0,5% dal -1,5% precedente. Qui per approfondire.  

 

Cybersecurity, il mercato della vale € 1,37mld, in crescita del 4% nel 2020 

La crisi legata al Covid-19 ha rallentato la crescita del mercato della Cybersecurity ma non l’ha fermata. Nel 2020 la spesa in soluzioni di Cybersecurity ha raggiunto un valore di 1,37 miliardi di euro, in crescita del 4% rispetto all’anno precedente. Sono i risultati della ricerca dell'Osservatorio Cybersecurity & Data Protection della School of Management del Politecnico di Milano, pubblicati il 3 febbraio scorso. 

Nell’anno dell’emergenza sanitaria il mercato ha registrato una netta tenuta: il 40% delle grandi imprese ha aumentato il budget in Cybersecurity (51% nel 2019), il 19% lo ha ridotto (2% l’anno precedente). La Gestione della Cybersecurity risulta ancora poco matura in Italia: solo nel 41% delle aziende c’è un CISO. Il Data Protection Officer è presente nel 69% delle realtà, il resto si affida a figure esterne. Qui per approfondire.  

 

Istat, a dicembre 101.000 occupati in meno, 99.000 donne  

A dicembre tornano a calare gli occupati e si registra un incremento dei disoccupati e degli inattivi. La crisi colpisce sempre più duramente le donne. Secondo l'Istat, il mese scorso gli occupati sono diminuiti di 101.000 unità: 99.000 sono donne e appena 2.000 uomini. La diminuzione coinvolge uomini e donne, dipendenti (-235mila) e autonomi (-209mila) e tutte le classi d’età, ad eccezione degli over50, in aumento di 197mila unità, soprattutto per effetto della componente demografica. Il tasso di occupazione scende, in un anno, di 0,9 punti percentuali. I lavoratori autonomi sono diminuiti il mese scorso di 79.000 unità (80%), i dipendenti di 23.000 unità. Qui la nota di Istat.

 

Rapporto SACE, Export -12,5% nei primi 9 mesi del 2020 

Nei primi 9 mesi del 2020 si è registrato un forte calo dell’export su quasi tutto il territorio nazionale rispetto allo stesso periodo del 2019. Il settore crolla infatti del 12,5%. Il calo maggiore si è riscontrato nella prima parte del 2020, mentre tra luglio e settembre si è notata una generale ripresa delle vendite all’estero (+24,1% congiunturale), che sono tornate quasi ai livelli del primo trimestre del 2020. Questo è quanto emerge dal rapporto SACE dal titolo “Un territorio ricco di export nonostante la crisi”. Qui un approfondimento.

 

Istat, nel 2020 più decessi che nascite 

Nel 2020 si sono registrati più morti che nati: le persone decedute sono state 700 mila e circa 400mila i nuovi nati, con un valore negativo del saldo naturale di oltre le 300mila unità in tempo di Covid. Il limite inferiore dei 400mila nati, rappresenta una soglia mai raggiunta negli oltre 150 anni di Unità Nazionale, così come i 700mila decessi indicano un risultato che, nella storia del nostro Paese, si era visto unicamente nel 1918, con l'epidemia di "spagnola". 

E' quanto sottolinea il presidente dell'Istat, Gian Carlo Blangiardo, in un contributo pubblicato sul sito dell'istituto, "Primi riscontri e riflessioni sul bilancio demografico del 2020", sulla base dei dati di Anpr, l'Anagrafe nazionale della popolazione residente.  Qui per approfondire 

 

 Il Report Starteed sul crowdfunding in Italia 

Il Report Starteed (società che si occupa di finanziamenti attraverso piattaforme web) sul crowdfunding in Italia, registra una raccolta complessiva del settore nel 2020, di 333,1 milioni di euro. Il dato rappresenta più del doppio dei 164 milioni nel 2019. Molto di questo incremento di raccolta, deriva appunto dallo sviluppo dei Lending crowdfunding, cioè dai prestiti che i piccoli risparmiatori fanno online alle imprese. Anche per il 2021 le aspettative sono alte. Il crowdfunding si è dimostrato uno strumento utile che resiste agli imprevisti di un settore economico e sociale in forte evoluzione. Qui per approfondire. 

 

Istat, l’inflazione torna positiva a gennaio 2021 

L’Istat comunica che l’inflazione torna positiva a gennaio, segnando un +0,5% su base mensile e un +0,2% su base annua. Le stime preliminari dell’Istat, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, registra un aumento dello 0,5% su base mensile e dello 0,2% su base annua, da -0,2% di dicembre. 

Anche l’’inflazione di fondo, al netto degli energetici e degli alimentari freschi e quella al netto dei soli beni energetici accelerano lievemente rispettivamente a +0,7% e a +0,8%, entrambe da +0,6%.  Qui la nota dell’Istat. 

 

Istat, cambia il paniere 2021, dentro mascherine, gel e monopattini sharing  

Tra i prodotti rappresentativi dell’evoluzione nelle abitudini di spesa delle famiglie e delle novità normative, entrano nel paniere 2021 nuovi prodotti come mascherine chirurgiche, mascherine FFP2, gel igienizzante mani, monopattino elettrico sharing, servizio di posta elettronica certificata e dispositivo anti-abbandono. Tutte novità che riflettono l’evoluzione dei comportamenti di spesa delle famiglie e l’impatto di eventi come la pandemia tuttora in corso. Qui per approfondire.  

 

Economia circolare, iniziative dedicate nel 62% delle aziende italiane 

In Italia l’interesse per l’economia circolare cresce rapidamente. Secondo i dati raccolti dal Politecnico di Milano e contenuti nel primo Circular Economy Report 2021, il 62% delle aziende ha implementato i propri sforzi oppure ha supportato le altre imprese nelle loro iniziative circolari. La transizione verso l’economia circolare ha avuto il sostegno economico dall’Europa: all’Italia sono stati elargiti 157 milioni di euro di finanziamenti agevolati e 62,8 milioni in contributi alla spesa. Qui per approfondire.  

 

 L’Istat sperimenta il nuovo “Social Mood on Economy Index” 

L’Istat rende disponibile un nuovo indice sperimentale, basato sui dati di Twitter: il Social Mood on Economy Index. L’indice fornisce misure giornaliere del sentiment italiano sull’economia, derivate da campioni di tweet pubblici in lingua italiana, catturati in tempo reale. Il periodo di osservazione attualmente coperto dall’indice è compreso tra il 10 febbraio 2016 ed il 31 dicembre 2021. La procedura analizza una media di circa 58.000 tweet al giorno. Qui per approfondire.  

 

Markit PMI: a gennaio ripresa del settore manifatturiero italiano 

Secondo gli ultimi dati comunicati da MARKIT PMI, la ripresa del settore manifatturiero italiano si estende al 2021, con il miglioramento delle condizioni operative al tasso più elevato da marzo 2018. La crescita della produzione è stata la più rapida in tre mesi, mentre la ripresa dell’afflusso dei nuovi ordini è accelerata ad un tasso elevato. Questo unito al forte aumento della produzione manifatturiera sono stati i fattori principali della ripresa. Qui per un approfondimento. 

 

Istat: PIL -2% nel quarto trimestre, meno 8,9% nel 2020 

Nel 2020 il Pil italiano è calato dell'8,8% (dato grezzo) mentre nel quarto trimestre del 2020 è sceso del 2% rispetto al trimestre precedente e del 6,6% rispetto al quarto trimestre del 2019. Lo rende noto l'Istat in base alla stima preliminare nel quarto trimestre 2020, quando la flessione per l’intera Eurozona è stata dello 0,7%. Il dato è lievemente migliore delle attese che indicavano un calo del 9%. 
Per il periodo ottobre-dicembre l’Istat stimava un calo tra il 2% e il 2,2%. Qui la nota dell’Istat. 

 

Aeroporti italiani, nel 2020 persi 140 milioni di passeggeri 

Un calo del 72,6% sul 2019: 7 viaggiatori su 10 non hanno volato. Il sistema aeroportuale italiano chiude il 2020 con soli 53 milioni di passeggeri contro i 193 milioni del 2019: un calo drammatico per gli scali nazionali che perdono in un anno 140 milioni di viaggiatori, ovvero il 72,6% del traffico. Questi i dati elaborati da Assaeroporti che rilevano maggiori penalizzazioni per le destinazioni extra-UE, che segnano un -81,2%. Qui per approfondire.  

 

Federalimentare: resiste l'export “food and beverage” 

La seconda ondata della pandemia ha inferto un duro colpo all'export Made in Italy nel mondo, ma il “food and beverage” resiste. Lo rileva uno studio della Federalimentare: nei primi 10 mesi del 2020 (rispetto il 2019) le esportazioni alimentari si fermano ad un +0,1%. Resta comunque in netto vantaggio rispetto al -12,0% delle esportazioni complessive del Paese. L'analisi di Federalimentare, su dati Istat, per l'export alimentare italiano nel mondo, per il 2020 rileva incrementi  pari al +15,6% per la pasta e al +12,0% per il riso. Qui per un approfondimento. 

 

Report di Assoreti: incremento record dei risparmi gestiti durante il 202

Le reti dei consulenti finanziari chiudono il 2020 realizzando volumi record di raccolta netta sia in termini mensili sia sull’intero anno. Nel mese di dicembre, i dati rilevati da Assoreti evidenziano una raccolta netta positiva pari a 5,7 miliardi di euro, con una crescita del 37% a/a, determinata dagli investimenti netti effettuati sui prodotti del risparmio gestito (5,8 miliardi; +36,9% a/a). Il bilancio del 2020 è, pertanto, positivo per 43,4 miliardi di euro (+24,1% rispetto al 2019). Qui per approfondire.

 

Rapporto MET su export, ricerca e innovazione delle aziende italiane 

Sono tre le strategie utilizzate dalle imprese italiane per reagire alla crisi: innovare; investire in ricerca e sviluppo; cercare nuovi mercati per far crescere l’export. E’ quanto riporta il Rapporto 2020 del Centro Studi Met (Monitoraggio Economia Territorio). Dal 2008 al 2020 le imprese hanno vissuto cambiamenti rilevanti ma la crescita del fatturato e dell’occupazione, anche negli anni delle crisi, è stato strettamente legato alla capacità di innovare e di investire in ricerca e sviluppo. Qui per approfondire.  

La Voce degli Stakeholder 

 

Confesercenti: tra le attività della categoria quasi 85 i codici Ateco esclusi dagli ISA 2020 

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è stato pubblicato il provvedimento del 28 gennaio scorso che approva i 175 modelli Isa in vigore per il periodo d'imposta 2020. 

La novità più importante riguarda l'introduzione di tre nuove cause di esclusione previste proprio per far fronte alle situazioni particolarmente critiche causate dalla pandemia. Tra cui anche l’appartenenza a 85 codici Ateco, fra cui sono comprese tra le altre anche bar, palestre, ristoranti, gelaterie, ecc.  Sono esclusi anche i contribuenti che hanno subito una diminuzione dei ricavi di almeno il 33 per cento nel periodo d'imposta 2020 e coloro che hanno aperto la partita Iva a partire dal 1° gennaio 2019. Qui per un approfondimento. 

 

Confindustria, ripresa solo da metà 2021 se ripartono i consumi 

Il recupero del PIL italiano è posticipato, una vera ripresa si potrebbe avere solo da metà 2021 se la vaccinazione abbatterà l’emergenza sanitaria e farà ripartire i consumi. Più ampia a inizio 2021 la forbice in Italia tra servizi ancora in crisi e industria che regge, con andamenti divergenti anche nelle corrispondenti dinamiche dei prezzi al consumo.  

Il Centro Studi di Confindustria analizza i dati della congiuntura di gennaio 2021, evidenziando che per l’export italiano lo scenario è un po’ migliorato, sulla scia di scambi mondiali in lenta espansione, mentre le principali economie dell’Eurozona hanno chiuso il 2020 meno peggio del previsto. Qui per un approfondimento.  

 

Confartigianato: 9 mesi di Covid-19 e 206 mila occupati in meno tra i lavoratori indipendenti 

Tra febbraio e dicembre 2020, l’occupazione è scesa dell’1,8%, con un livello che si è ridotto di 425 mila unità.  La crisi in atto sta colpendo duramente i giovani, con gli occupati fino a 35 anni che a dicembre 2020 risultano in calo del 6,4% rispetto al precedente mese di febbraio. Dall’esame delle dinamiche occupazionali si nota un importante calo, pari 3,9%, il lavoro indipendente, per cui si registrano 206 mila occupati in meno, il minimo dal 2004, anno di inizio dell’ultima serie storica disponibile. Qui per un approfondimento 

Il Misery Index di Confcommercio registra una timida flessione  

La valutazione macroeconomica del disagio sociale di dicembre si è attestata su un valore stimato di 21,0, in riduzione di un decimo di punto su novembre. Ciò appare compatibile con il congelamento delle relazioni economiche e con gli strumenti messi in atto per limitare i licenziamenti e sostenere parzialmente i redditi. Vi è però una parte di popolazione, potenzialmente attiva, che ha cessato da alcuni mesi di cercare un lavoro. La valutazione economica presume inoltre che nei prossimi mesi parte di queste persone inizierà ad essere più attiva, sommandosi a coloro che potrebbero perdere l’occupazione (sia dipendente sia autonoma), con un deciso peggioramento dell’indicatore. Qui per approfondire.  

Innovazione

 

Trasformazione digitale e sostenibilità devono incrociarsi 

Un articolo di Techeconomy2030 ripercorre le principali sfide che le aziende che vogliono gestire il percorso di trasformazione digitale devono affrontare nell’ambito di Industria 4.0. Esperti della trasformazione digitale concordano sulla necessità di comprendere, all’interno del percorso di trasformazione digitale fattori “soft” come, ad esempio, la disponibilità di competenze. Le tecnologie operative e le tecnologie dell’information technology devono convergere per rispondere alle nuove esigenze di digitalizzazione. Qui per approfondire.

Enti Locali 

 

Servizio smaltimento rifiuti: un decreto regola il costo del fabbisogno comunale 

La metodologia dei fabbisogni standard dei comuni delle regioni a statuto ordinario per il servizio di smaltimento rifiuti è stata revisionata. Un decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri di dicembre 2020 ne approva le modifiche. La metodologia è rimasta allineata a quella approvata nel 2016 ma ha apportato importanti innovazioni legate, ad esempio, agli impatti della raccolta differenziata, alle modalità di raccolta (domiciliare o attraverso centri di raccolta) e all’estensione della base dati che ingloba 4 annualità. Qui per un approfondimento.  

Mondo MEF 

 

Infrachallenge 2021: il G20 promuove l’iniziativa in nome della modernità e della resilienza 

La Presidenza italiana del G20 sostiene l’iniziativa InfraChallenge 2021, organizzata dal Global Infrastructure Hub (GI hub) con l’obiettivo di individuare e sviluppare soluzioni innovative a livello globale, per migliorare le infrastrutture e renderle più moderne e resilienti. La competizione è rivolta a partecipanti da tutto il mondo e sarà dedicata alla costruzione e mantenimento di infrastrutture resilienti in grado di migliorare le condizioni di vita producendo un impatto sociale e ambientale sostenibile, soprattutto in tempi di pandemia. Qui per approfondire.  

Lotteria degli scontrini: prima estrazione prevista il prossimo 11 marzo 

E’ iniziata a macchia di leopardo la nuova lotteria degli scontrini, il nuovo concorso a premi gratuito collegato agli acquisti effettuati con pagamenti elettronici (carte di credito e di debito e app collegate a circuiti di pagamento). Possono partecipare tutti i cittadini maggiorenni residenti in Italia che acquistano beni e servizi con strumenti di pagamento elettronici. Al momento la prima estrazione mensile è calendarizzata per giovedì 11 marzo. Nei negozi che sono già abilitati, può essere presente il logo blu della lotteria degli scontrini a indicare che in quell’esercizio commerciale c’è la possibilità di partecipare al concorso. Qui per approfondire.  

Mef : a gennaio il fabbisogno statale peggiora di 6,9 miliardi 

Nel mese di gennaio 2021 il saldo del settore statale si è chiuso, in via provvisoria, con un fabbisogno di 3,9 miliardi, con un peggioramento di circa 6,9 miliardi rispetto all’avanzo registrato nel corrispondente mese dello scorso anno (+3 miliardi). 

Lo comunica il Mef, spiegando che il saldo ha risentito in larga misura della contrazione degli incassi fiscali, dovuta in parte all’effetto congiunturale, nonché dei maggiori pagamenti delle Amministrazioni pubbliche e dell’Inps per l’erogazione delle prestazioni previste dai provvedimenti legislativi emanati per il contenimento dell’emergenza epidemiologica. Qui il Comunicato stampa del Mef.