Avviso

Dal 1° gennaio 2024 diventa operativa l'incorporazione di SOSE in Sogei, come previsto dalla legge n.112 del 2023 che ha disposto la fusione della società.

A tal fine tutte le comunicazioni Sose si trovano sul sito Sogei www.sogei.it

img

In occasione della Tavola Rotonda ISO 25000 Emanuele Schirru, CIO e Responsabile IT e Digital Transformation di SOSE, interviene tra i 30 esperti internazionali durante la sessione conclusiva dell’evento dedicata ai progetti di qualità e al racconto delle esperienze e delle best practice più significative.

Mercoledì 30 ottobre a partire dalle 14.00 si terrà il secondo workshop internazionale in Italia sull’ISO 25000 presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione Sociale dell’Università Pontificia Salesiana. Tra gli esperti internazionali chiamati a raccolta per un confronto sul Framework ISO 25000, costituito da 36 caratteristiche di qualità e oltre 200 misure, anche SOSE, rappresentata da Emanuele Schirru, in qualità di CIO e Responsabile ICT e Digital Transformation. L’intervento è previsto durante la sessione finale delle 18.30 dedicata alla restituzione delle esperienze significative e animata dalla partecipazione di rappresentanti delle imprese, dell’Università e della Pubblica Amministrazione, tra cui il Ministero dell’Economia e delle Finanze, l’Istituto Superiore di Sanità e l’Istat.

La giornata è organizzata con il patrocinio, tra gli altri, di Uninfo, l’ente nazionale di normazione per le tecnologie informatiche e le loro applicazioni, di Agid, e di alcune Università italiane e internazionali, tra cui La Sapienza di Roma, con l’obiettivo di discutere i recenti standard pensati per soddisfare esigenze e attese di progettisti e utenti e di fornire a imprese, organizzazioni e professionisti un vocabolario comune delle caratteristiche di qualità del mondo digitale. In quest’ottica gli speaker sono chiamati a fornire spunti di applicazione dell’ingegneria del software “model-based” sia rispetto alle realizzazioni tradizionali che alla definizione di caratteristiche di qualità delle aree di interesse emergenti tra cui Open Data, Machine Learning, Intelligenza Artificiale, Big Data, Blockchain, Smart City.

L’evento, senza fini di lucro, è inquadrato in una attività di studio e standardizzazione ispirata a criteri centrati sull’utente e riguardanti ergonomia, usabilità, comprensibilità e semplificazione. I contributi individuati, infine, mirano a fornire un quadro esperienziale e sono organizzati nel rispetto di principi di trasversalità e apertura per evitare conflitti di prestigio e favorendo il dialogo e la socializzazione del linguaggio.

In allegato il programma