Costo del lavoro

L’infografica riporta le informazioni sul costo del lavoro nei comuni delle Regioni a statuto ordinario.

I dati si riferiscono al totale funzioni considerando i 5.569 comuni (pari al l’83,6% del totale) che presentano un costo del lavoro non anomalo, diverso da zero e non oscurato per privacy.

Nella prima parte viene riportato il costo medio del lavoro per abitante suddiviso per regioni.

  • Piemonte - 222,830172
  • Lombardia - 179,9441909
  • Veneto - 180,8024366
  • Liguria - 323,6648874
  • Emilia-Romagna - 215,0168202
  • Toscana - 263,7994469
  • Umbria - 256,5482125
  • Marche - 231,7608411
  • Lazio - 261,2253904
  • Abruzzo - 306,2182795
  • Molise - 269,0667879
  • Campania - 231,2743878
  • Puglia - 183,5743607
  • Basilicata - 304,688055
  • Calabria  - 315,6446143

Le regioni con il maggior costo del lavoro per addetto (valori medi) sono la Puglia con 40.092 euro e Piemonte con 39.267 euro mentre i valori minori si registrano in Basilicata con 37.255 euro e in Abruzzo con 37.344 euro.

La Calabria è la regione con il maggior numero di dipendenti ogni 1000 abitanti circa 9 unità la Puglia quella con il minor numero circa 5 unità.

I dati dell’infografica si riferiscono all’annualità 2015.

Ulteriori approfondimenti sul sito www.opencivitas.it

Attachments